Ottobre 2021

La prima Informativa per i Brokers impegnati negli Employee Benefits

Global Outlook 

Speciale Intervista con Jerome Jean Haegeli, Group Chief Economist, Swiss Re

L’Opportunità per gli Intermediari Assicurativi di contribuire a creare Resilienza Economica
BenefitsTRENDS presenta la sua prima Informativa, proponendo un approfondimento sulle Opportunità che l’attuale contesto offre agli Intermediari Assicurativi.

Quale Scenario Economico atteso e quale ruolo delle Assicurazioni?
Grazie per l’opportunità data di presentare al mercato Italiano i nostri punti di vista. Vorrei dare agli Intermediari Assicurativi alcuni messaggi chiave. Il primo messaggio, che ho piacere di condividere con voi, è che oggi stiamo vivendo un momento positivo dal punto di vista economico in Italia, nella Eurozona e a livello globale.

Non dobbiamo dimenticare però, cosa è appena successo con il Covid. Allo stesso tempo, non possiamo ritenerci completamente sollevati, perchè non siamo ancora in un contesto di crescita strutturata. Il futuro è certamente favorevole rispetto a come eravamo.

L’outlook per il mercato assicurativo Italiano è sicuramente positivo, anche se abbiamo bisogno di maggiori evidenze e di maggiori informazioni, prima di essere certi di essere di fronte ad una vera ripresa. Non è solo importante che il PIL cresca, ma è necessario che il reddito pro capite sia ben distribuito. Senza dubbio, durante il Covid, si è accentuato il fenomeno delle asimmetrie nella distribuzione della ricchezza, cosa che esisteva anche prima, ma forse con meno evidenza. E’ importante che la ripresa sia sostenibile e basata su una vera transizione “Green”. Per gli assicuratori, il cambiamento climatico è infatti una delle più grandi opportunità di investimento. Ricordo che il rischio clima è il rischio più importante per il settore property... e questo è un aspetto su cui vi invito a riflettere, anche per il vostro lavoro.

Altro messaggio per Voi, Intermediari Assicurativi, è che avevamo stimato una ripresa a “V” per la raccolta premi anche in Italia, e questo si è effettivamente avverato. Il mercato assicuratico a livello globale ha infatti mostrato “resilience”, che è stata sostenuta da diversi fattori. Il primo, consiste nel fatto che oggi i clienti (probabilmente anche i vostri) pensano di acquistare più assicurazioni, perchè hanno ben compreso che la migliore “risk mitigation strategy” sia quella di essere tutelati prima che accadano certi “eventi”. Come ad esempio, quello che abbiamo appena vissuto.

Le Compagnie di Assicurazione insieme agli Intermediari Assicurativi, avranno sempre più l’opportunità di giocare un ruolo nel creare “better economies”, proteggendo maggiormente famiglie e imprese. In particolare, per gli Intermediari Assicurativi, avere una ampia offerta di prodotti, in grado di soddisfare anche i nuovi bisogni emergenti di protezione di famiglie e imprese, sarà quindi un “must”.

In particolare, i Brokers Assicurativi avranno sempre più il compito di diffondere la cultura di “proteggersi dal rischio” presso gli imprenditori e le famiglie. Tutto questo renderà la vostra attività ancora più di valore e quindi l’industria assicurativa ancora più resiliente. 

Questo è il motivo per cui ritengo che ci sarà un outlook positivo per il settore. In particolare, riferendomi al mercato Italiano, ci si attende che il vostro PIL cresca intorno al 6% quest’anno e per il 2022 è atteso intorno al 4%. Questa crescita però, non deve essere confusa con il fatto che sicuramente avremo una ripresa sostenuta.

Stiamo infatti uscendo dalla peggiore recessione dopo la Seconda Guerra Mondiale e ci sono ancora tante difficoltà da gestire. Altro aspetto, che vorrei ricordare, è la grande importanza del settore assicurativo che, oltre a proteggere le Società e i singoli individui rappresenta e gestisce il 20-25% di tutti gli AUM a livello mondiale. Per questi due motivi è fondamentale avere un sistema assicurativo in “salute” soprattutto nel lungo periodo. 

Quali opportunità di Mercato si possono attendere i Brokers Assicurativi?  
Sicuramente non possiamo dire che il Covid sia finito, ma possiamo sostenere che ne stiamo uscendo. Ribadisco nuovamente, che il futuro sarà positivo. La combinazione tra maggiore sensibilità ad assicurarsi da parte di famiglie e imprese con l’accelerazione alla digitalizzazione, porterà indubbi benefici a tutto il settore assicurativo in Italia e non solo.

Le Compagnie di Assicurazione insieme agli Intermediari Assicurativi, saranno sempre più impegnati a lavorare per migliorare il Protection Gap di imprese e famiglie. Avranno quindi un ruolo sempre più fondamentale nel sostenere la ripresa economica dei Paesi. Riteniamo, in base alle nostre stime, che alla fine del 2022, il mercato assicurativo globale raggiungerà $ 7.000 mld di raccolta premi (nel 2020 è stata pari a circa $ 6.300 mld). Vorrei concludere con una riflessione...

Abbiamo condotto recentemente un’analisi, per verificare se i Paesi che avevano un migliore Protection Gap prima della crisi pandemica, siano oggi caratterizzati da una più sostenuta ripresa economica. La risposta è stata Sì. Questo dà evidenza dell’importanza del lavoro di Compagnie e Intermediari Assicurativi.

E’ indubbio che l’Assicurazione sarà sempre più determinante per la stabilità delle Economie. In Italia siete a “metà strada” nel colmare il Protection Gap. Voi Intermediari Assicurativi e le Compagnie avete oggi un grande dovere sociale di assicurare di più gli Italiani. La grande soddisfazione per Voi, sarà che lavorando per colmare il Protection Gap degli Italiani, contribuirete a migliorare la resilienza della vostra Economia.

elipsLife - Ottobre 2021

elipsLife - Luglio 2021

 

Se siete interessati a ricevere la newsletter elipsLife Benefits trends per posta elettronica, inviateci vostro indirizzo mail a pbzzhavpngvba.vg@ryvcfyvsr.pbz.